29/03/2011 :: 18:48:31

D’Alema parla di Sud ed ignora Nardone


Fausto Pepe e Massimo D'Alema al convegno I Cattolici e l'Unità d'Italia (28 marzo 2011)
Fausto Pepe e Massimo D'Alema al convegno I Cattolici e l'Unità d'Italia (28 marzo 2011)

Verso il voto La manifestazione Del Partito Democratico sui Cattolici e l’Unità d’Italia

Prima di varcare l'ingresso del Teatro De Simone, dove è atteso per prender parte al convegno «I Cattolici e l'Unità d'Italia», organizzato dal Dipartimento Cultura del Partito Democratico della Campania, Massimo D'Alema, si concede una brevissima passeggiata per la città. Una veloce tappa al bar per un caffè e poi un altrettanto rapido giro in corso Garibaldi. Ed è qui che si concede ai giornalisti. La domanda scontata è sulla candidatura di Carmine Nardone, uomo di sinistra da sempre, oggi alleato con Mastella, Viespoli e De Mita per la conquista della scranno più alto di Palazzo Mosti.

D'Alema è categorico: «Non voglio parlare di questo - dice - perché sono qui per affrontare le grandi questioni che riguardano il rapporto con il mondo cattolico, il ruolo dei cattolici nella storia del Paese e nella democrazia italiana. Quindi, non voglio entrare nelle discussioni su Nardone. Naturalmente sono qui a fianco del Pd e del sindaco di Benevento, che è stato un ottimo sindaco, e sono persuaso che i cittadini di Benevento vorranno sostenere alle prossime elezioni».

Di più non aggiunge. Al Teatro De Simone, insieme al presidente della Fondazione "Italianieuropei", partecipano al dibattito, il sindaco Fausto Pepe, Emiliana Mannese, responsabile Dipartimento Cultura PD Campania, don Mario Iadanza, direttore Ufficio Diocesano Cultura e Beni Culturali di Benevento, Piero Coda, ordinario Teologia Sistematica Istituto Universitario Sophia di Lappiano (FI). 
In sala tra gli altri i deputati Costantino Boffa e Mario Pepe e il consigliere regionale Del Basso De Caro.

Il sindaco Pepe, interviene per un breve indirizzo di saluto nel quale ricorda che «l'Unità d'Italia nel Sannio ha una doppia valenza perché coincide con la costituzione della Provincia di Benevento».

«L'unificazione politica del nostro Paese - dice don Mario Iadanza - è stata il naturale sbocco politico - istituzionale di una identità nazionale radicata. Essere italiani, nel XII secolo, non significava nulla. Solo dopo si è giunti a questo senso di identità».

E verso questo cammino, secondo don Mario Iadanza, «notevole fu l'apporto di pensiero e di azione dei cattolici». Democrazia, laicità, dialogo e libertà di religione, sono le tre direttrici su cui incentra il suo ragionamento Piero Coda che fa risaltare il ruolo, fondamentale, «del Concilio Vaticano II», il quale, «ha rappresentato una continuità tra l'esperienza che veniva maturando in Italia ormai da decenni».

Secondo Massimo D'Alema, «il cattolicesimo ha dato un apporto fondamentale al processo unitario». Un intervento ampio e partecipato il suo che si incentra, in special modo, sul tema della rinascita religiosa. «Noi non credenti - asserisce - non possiamo non vedere le ragioni della rinascita religiosa che, a mio avviso, è portatrice di valori autentici». D'Alema si dichiara convinto che «il Paese abbia bisogno di ritrovare slancio leale ed etico. Di fronte ai problemi dell'Italia - conclude - una rinascita è impensabile senza l'apporto del mondo cattolico, della cui forza vivificatrice, non si può fare a meno».

Poi una cenno sull’attualità: «Il federalismo non risolve i problemi del Mezzogiorno: l'unica cosa che si può sperare è che non li aggravi». Per affrontare il problema del Mezzogiorno ci vuole una politica nazionale che non sia ostile al Sud, quindi diversa da quella dell'attuale governo e, poi, occorre una classe dirigente meridionale in grado di assumersi le proprie responsabilità di utilizzare bene le risorse. Ma le due cose devono andare insieme. L'idea leghista di abbandonare il Mezzogiorno a se stesso certamente non risolve i problemi». 

Marisa Del Monaco 

fonte: il Mattino  29 marzo 2011 






Leggi anche le altre news





newsletter

Nome

E-mail

sms

Telefono







Pagina FaceBook di Fausto Pepe
Il canale YouTube di Fausto Pepe
Il canale YouTube di Fausto Pepe